Il Gran Maestro Chu King Hung

 

GM° Chu King Hung
Caposcuola ITCCA International Tai Chi Chuan Association
Discepolo del Gran Maestro Yang Sau Chung (fondatore ITCCA)
V Generazione Famiglia Yang


Il Gran Maestro Chu King Hung è nato nel 1945 a Canton in Cina.

Nel 1955 a Canton, all’età di soli 10 anni, Chu King Hung cominciò a studiare Tai Chi stile Yang “pubblico” con un amico della Famiglia Yang, il quale era stato anche allievo del Gran Maestro Yang Chen Fu e del suo allievo Chen Wei Ming.

Dopo 5 anni, nel 1960 si trasferì ad Hong Kong, su consiglio del suo primo Insegnante, per studiare direttamente con l’unico depositario vivente dello Stile Originale della Famiglia Yang, cioè il grande Yang Sau Chung (1910-1985), figlio del suddetto Yang Cheng Fu.

Nel 1961, con l’aiuto dei propri genitori, dopo aver mosso alcune conoscenze e dopo molte pressioni, Chu King Hung riuscì a farsi accettare alla Scuola di Yang Sau Chung, il quale a quei tempi insegnava solo a pochissimi allievi in ambito quasi esclusivamente familiare, al secondo piano di un palazzo decrepito di Hong Kong. Non c’erano indicazioni, insegne, né pubblicità di alcun tipo, ma solamente una piccola targa al portone d’ingresso.

Il GM° Chu King Hung durante l’esecuzione della “Forma”

E così a 16 anni Chu King Hung iniziò lo studio giornaliero e intensissimo del Tai Chi esoterico della Famiglia Yang, o Stile Yang Originale, basato sui principi interni e completamente occultato al grande pubblico, prima dallo stesso Yang Cheng Fu e poi dal regime totalitario cinese che lo trasformò in una ginnastica dolce mattutina propagandistica.

Nel 1970 Chu King Hung si trasferì a Londra per divulgare e diffondere il Tai Chi Chuan in Europa.

L’anno successivo, nel 1971, il suo Maestro, Yang Sau Chung, fondò la “ITCCA International Tai Chi Chuan Association” per preservare lo Stile Originale della Famiglia Yang e proteggerlo dal costante degrado che l’eccessiva diffusione stava (e sta tuttora) purtroppo favorendo.

Contemporaneamente Yang Sau Chung nominò il suo allievo Chu King Hung suo Personale Rappresentante e Responsabile ITCCA per l’Europa, con sede a Londra.

Successivamente, sempre negli anni ’70, Chu King Hung continuò a recarsi periodicamente ad Hong Kong per sessioni intensive trimestrali da Yang Sau Chung, fino a diventare suo diretto collaboratore nello sviluppo/evoluzione del Tai Chi Chuan Originale della Famiglia Yang ed a ricevere il titolo di “Studente Speciale della Famiglia Yang” (cioè Autentico Discepolo di Yang Sau Chung).

Infine nel 1983, due anni prima della sua morte avvenuta ad Hong Kong nel 1985 e dopo avergli trasmesso la tradizione completa della Famiglia Yang, Yang Sau Chung conferì a Chu King Hung il Titolo di “Maestro della Famiglia Yang” e affidò ufficialmente solo ed esclusivamente a lui la guida della “ITCCA International Tai Chi Chuan Association”.

A differenza degli altri due discepoli (Chu Gin Soon ed Ip Tai Tak, defunto nel 2004) Chu King Hung seguì il Gran Maestro Yang Sau Chung fino ai suoi ultimi anni di vita, ricevendo quindi l’insegnamento più completo e venendo così a conoscenza degli aspetti più evoluti dello stile della Famiglia Yang; aspetti che furono sviluppati e portati a compimento da Yang Sau Chung solo negli anni settanta, quando oramai gli altri due discepoli non lo seguivano più.

Per questo motivo si dice che il Maestro Chu King Hung, essendo il più giovane dei tre discepoli di Yang Sau Chung, sia il solo ad avere avuto la piena trasmissione dell’arte.

Non a caso Yang Sau Chung affidò solo a lui la guida della “ITCCA International Tai Chi Chuan Association”.

Nel 2007 il Gran Maestro Chu King Hung ha fatto ritorno in Cina, a Shanghai, dove tuttora risiede, ma continua a venire tutti gli anni in Europa per seguire con dedizione i suoi numerosissimi allievi e condurre stage presso le sedi delle varie Scuole ITCCA (“ITCCA Branches” ) .

Il GM° Chu King Hung fa “volare” un praticante di tai chi

Grazie allo studio del Tai Chi Chuan ITCCA con il suo Grande Maestro Yang Sau Chung, il Gran Maestro Chu King Hung ha sviluppato capacità energetiche eccezionali.

Ad esempio grazie alla pratica dei Qi Gong avanzati della Famiglia Yang ha dimostrato di poter fronteggiare la spinta del taglio affilato di una spada contro il palmo della mano senza riportare alcuna ferita, oppure di poter assorbire rimanendo immobile calci o pugni senza riportare contusioni o ematomi.

Inoltre il Gran Maestro Chu è incredibile anche e soprattutto durante la pratica del tuishou (“pushing hands”Smilie: ;) quando riesce a far letteralmente “volare” a metri di distanza persone che lo sovrastano fisicamente da tutti i punti di vista (dimensioni, peso, muscolatura), rimanendo morbido, usando cioè la propria energia interna e non la forza muscolare esterna.

Ed è infine terrificante per potenza ed immediatezza nelle applicazioni marziali, quando, senza sforzo apparente, grazie all’uso dell’energia interna, proietta a terra, colpisce o fa “volare” lontano chiunque provi ad attaccarlo.

Nonostante ciò il Gran Maestro Chu, con il sorriso e con modi affabili e cortesi, ci ricorda sempre che la potenza nasce dalla morbidezza, dal non combattere, dalla felicità che l’energia scorrendo provoca in noi stessi e negli altri, senza barriere né di sesso né di età, il famoso “Happy Qi” che col tempo sviluppa salute e benessere in tutti coloro che praticano il tai chi ITCCA.

Il GM° Chu King Hung nell’esecuzione di un calcio

Share Button